Stampante 3D – Ender 3

Da qualche giorno è arrivata la nuova stampante 3D con la quale ho in programma di iniziare nuovi interessanti progetti.
Per ora ho iniziato con qualche test e regolazione, devo dire che i risultati non sono niente male! Nei prossimi giorni seguiranno foto e informazioni più dettagliate.

Domotica – L’idea iniziale

Ho ristrutturato la casa dove mi sono trasferito e mi sono detto, perché non fare un bel sistema domotico che gestisce la casa? Ho quindi iniziato a sviluppare un sistema basato su Arduino creando vari dispositivi in grado di comunicare tra loro.

L’idea è quella di avere tanti dispositivi indipendenti suddivisi tra di loro ( gruppo > stanza > dispositivo ) che comunicano tramite un bus (RS-485) senza dover avere un master che gestisce tutto.

Funzionamento generale

Un modulo avrà Tot  ingressi e uscite indirizzati divisi per
– Gruppo ( che potrebbe essere tipo: 1 – Luci,  2 – Tapparelle …. ) 
– Stanza ( che potrebbe essere tipo: 1 – Cucina, 2 – Bagno, 3 – Salotto … ) 
– Dispositivo ( che potrebbe essere tipo: 1 – Plafoniera, 2 – Faretto …. )

In questo modo potremo avere da qualche parte in casa un arduino con un uscita connessa ad un relè che accende il faretto del soggiorno che attende comandi indirizzati a lui.
Da qualche altra parte di casa avremo poi un pulsante connesso ad un altro arduino che una volta premuto invia un comando di cambio stato sul bus e accende o spegne il faretto.
Inoltre avendo i gruppi sarà possibile inviare un comando di spegnimento a tutto un gruppo o una stanza, semplicemente non specificando il numero di dispositivo o di stanza.
Ad esempio per spegnere tutte le luci del Salotto basterà mandare un comando di spegnimento al gruppo 1 , stanza 3, dispositivo 0.

Seguiranno spiegazioni più dettagliate, progetti e codice sorgente appena avrò tempo.

Nuova vita a un Jukebox

Mi è capitato tra le mani un jukebox anni 70 non funzionante, da qui l’idea di dargli una nuova vita e adattarlo all’era digitale.

L’idea è di mantenere originale tutta la parte “esterna” e di inserire all’interno una Raspberry-pi per gestire il tutto in modo da rendere l’esperienza di chi lo utilizza il più simile possibile al funzionamento reale.

Pirates War – L’inizio

L’idea di creare un browser game sui pirati nacque nel lontano agosto del 2003 in seguito all’uscita del primo film “Pirati dei Caraibi”. In autunno dello stesso anno contattai 2 miei amici, Luca e Morris con i quali iniziai a dare vita a questo fantastico progetto.

Dopo qualche anno di sviluppo in PHP / MySql, linguaggi con cui mi divertivo a creare siti web già da un po’, vide la luce il primo server  che aprì ufficialmente agli utenti nel novembre 2005.

A quel punto il nostro team dovette affrontare non poche sfide! 
Io mi occupavo prevalentemente della programmazione, mentre Luca si occupava della grafica e Morris del gameplay.

Sebbene avessi già utilizzato PHP in passato, avere a che fare con un gioco frequentato da parecchia utenza ha creato non pochi problemi sia come carico del server da gestire sia come gestione della sicurezza. Possiamo dire che ci siamo evoluti insieme al gioco.